Ramin-Bahrami-800x530-600x439

Ramin Bahrami – ER Festival

VII PREMIO ALLA CARRIERA

EMILIA ROMAGNA FESTIVAL A RAMIN BAHRAMI  

Domenica 6 agosto ore 19.15

 

Pomeriggio tra musica e letteratura. Ramin Bahrami eseguirà musiche di Bach e presenterà il suo ultimo libro.

Programma

ore 17.30 Visita guidata al giardino di Palazzo Fantini.

ore 18.00 Degustazione di vini a cura dell’Azienda Agricola Comparini di Empoli.

ore 19.15 RAMIN BAHRAMI pianoforte. Ramin Bahrami eseguirà musiche di Bach e presenterà il suo ultimo libro.

 

INFO: 051 33 00 95 oppure 0546 943 926

Per partecipare alla visita guidata e aperitivo prenotazione telefonica obbligatoria a ERF 0542 25747

Ingresso concerto € 10,00

Visita guidata e degustazione € 5,00

Evento organizzato da Emilia Romagna Festival

 

 

L’artista

Ramin Bahrami è considerato uno tra i più interessanti interpreti bachiani viventi a livello internazionale.

“Un mago del suono, un poeta della tastiera… artista straordinario che ha il coraggio di affrontare Bach su una via veramente personale…”, secondo il Leipziger Volkszeitung.

La ricerca interpretativa del pianista iraniano è attualmente rivolta alla monumentale produzione tastieristica di Johann Sebastian Bach, che Bahrami affronta con il rispetto e la sensibilità cosmopolita della quale è intrisa la sua cultura e la sua formazione. Le influenze tedesche, russe, turche e naturalmente persiane che hanno caratterizzato la sua infanzia, gli permettono di accostarsi alla musica di Bach esaltandone il senso di universalità che la caratterizza.

Nato a Teheran si diploma con Piero Rattalino al Conservatorio “G. Verdi” di Milano,approfondisce gli studi all’Accademia Pianistica di Imola e con Wolfgang Bloser alla Hochschule für Musik di Stoccarda.

Si perfeziona con Alexis Weissenberg, Charles Rosen, András Schiff, Robert Levin e in particolare con Rosalyn Tureck.

Ramin Bahrami incide esclusivamente per Decca-Universal, i sui CD sono dei best seller e riscuotono sempre molto successo di pubblico e di critica tanto da indurre il Corriere della Sera a dedicargli una collana apposita per 13 settimane consecutive.

È stato insignito del premio Mozart Box per l’appassionata e coinvolgente opera di divulgazione della musica, bachiana e non solo.